lunedì 29 aprile 2013

Primi lavori

Primi lavori nell'orto naturale.

L'inverno sembra non finire mai.

Ora il tempo inizia finalmente ad essere clemente. Ho iniziato seriamente i lavori dell’orto nuovo. Quest’anno ho un gran voglia di fare esperimenti e migliorare la tecnica per ottenere un orto naturale senza trattamenti di nessun tipo e senza fatica. È da diversi mesi che studio e medito sui principi dell'agricoltura naturale del "non fare" proposta inizialmente dal maestro giapponese Masanobu Fukuoka e trasformatasi in agricoltura sinergica con Emilia Hazelip o permacultura con Bill Mollison.

Eredito dall’anno scorso 8 aiuole già sagomate. Dovranno soddisfare il nostro consumo quotidiano di verdure e legumi. Le aiuole sono attualmente ricoperte d'erbacce e di qualche pianta superstite dell'inverno. Quest'ultime sono destinate principalmente a portar seme.

Gli alberi da frutto stanno fiorendo mentre i radicchi dell'autunno scorso, sparsi qua e là nel campo, stanno finendo il loro ciclo e ci stanno regalando le prime foglie commestibili dell'anno. A parte piselli e fave, seminati da poco, l'orto è desolato.

Fiori di melo, radicchio e piselli

Per prima cosa ho deciso di ricoprire le aiuole con un strato di pacciamatura. Fortunatamente l’erba del campo è già alta (almeno le piogge abbondanti degli ultimi mesi, sono servite a qualcosa) e posso cominciare a falciare. Sono riuscito a produrre materiale per la pacciamatura leggera di 5 bancali. Intanto comincio a lavorare con questi.


Aiuole ricoperte di sfalci d’erba (pacciamatura). Qualche pianta lasciata per far semi.

Dopo qualche giorno ho cominciato a piantare le prime piante. Basta aprire lo strato di pacciamatura con un bastone e piantare o trapiantare la pianta scelta.
Sistemazione delle prime piantine (semi di mais e zucchini)

Per le insalate, quest'anno tra le altre ho voluto provare la Romana (per via della facilità con la quale si lavano le foglie). Ho seminato poco prima d'effettuare una leggera pacciamatura. Ero dubbioso sulla possibilità di veder spuntare le piante attraverso l'erba. Devo dire che il risultato è stato ottimo. Come prevedibile però, le piante sono cresciute troppo fisse. Ho dovuto dunque diradare e trapiantare anche perchè a noi piacciono i casponi giganti (così il cuore rimane pulito e si fa prima a pulirle). Entro breve prevedo le prima raccolta. Chiaramente, seminare sotto la pacciamatura, non mi sembra indispensabile se poi si devono trapiantare le piante. In questo caso si può tranquillamente seminare in semenzaio e trapiantare appena necessario. Ora non ci resta che aspettare qualche settimana per il raccolto.

Entro breve sistemerò la maggior parte delle piante per l'estate (se si decide ad arrivare). Intanto dovrò risolvere il problema della pacciamatura, attualmente insufficiente. Fortunatamente l'erba continua la sua crescita vigorosa...


Note

Masanobu Fukuoka
(Iyo, 2 febbraio 1913 - 16 agosto 2008) Scienziato microbiologo giapponese. A 25 anni si allontana dai fondamenti della scienza dell'agricoltura. Inizia così a sperimentare un approccio di coltivazione naturale ("Agricoltura naturale"), basato sul principio del "non fare". Autore del libro "La rivoluzione del filo di paglia", Libreria Editrice Fiorentina, 1980. ISBN 8889264020. Le scoperte di Fukuoka sono probabilmente influenzate dalla sua visione filosofica del mondo. In questo blog non intendo promuovere le opinioni filosofiche di Fukuoka (con le quali dissento), bensì utilizzare il suo lavoro come uno spunto o un punto di partenza da applicarsi esclusivamente nel campo agricolo.

Emilia Hazelip
(Barcellona, 1938 - 1 febbraio 2003) Agronoma spagnola. Ha adattato le tecniche di Fukuoka al clima dell'Europa occidentale. Si è concentrata in particolar modo sulle interazioni che le piante possono avere tra di loro. È quindi la fondatrice dell'Agricoltura sinergica.

Bill Mollison
(Stanley, 1928) Scienziato naturalista australiano. Insieme a David Holmgren è il fondatore della "Permacoltura". La permacoltura o agricoltura permanente si propone l'obiettivo di lasciare intatto l'equilibrio tra le esigenze abitative umane e l'utilizzo delle risorse agricole per scopo principalmente alimentare. Interviene tra l'altro nella progettazione delle abitazioni, dei terreni agricoli e delle foreste circostanti.


Vota:
2 voti
Aggiungi un commento:
  • Pseudonimo
  • EmailL'email non sarà pubblicata
  • Url Puoi indicare il tuo sito o blog
  • Commento Il codice HTML è disabilitato
  • Controllo di sicurezzaPer validare il commento, inserisci il risultato del calcolo nel campo seguente
    0 + 5 =  

Categorie

Articoli più consultati

Utimi articoli

Archivi

Tag

Libri consigliati

La Coltivazione Familiare del Grano
Per l'indipendenza alimentare
Voto medio su 5 recensioni: Buono
€ 5
Permacultura per l'Orto e il Giardino - Libro
Esperienze e suggerimenti pratici per raggiungere l’autosufficienza in un piccolo pezzo di terra
Voto medio su 2 recensioni: Da non perdere
€ 14
Guida Pratica alla Permacultura - Libro
Come coltivare in maniera naturale Giardini, Orti e Frutteti
Voto medio su 19 recensioni: Da non perdere
€ 19.5
Agricoltura Sinergica - Libro
Le Origini, l'Esperienza, la Pratica
€ 20
L'Orto Sinergico - Libro
Guida per ortolani in erba alla riscoperta dei doni della terra
Voto medio su 8 recensioni: Da non perdere
€ 13
Coltivare e Allevare per l'Autosufficienza della Famiglia - Libro
Ortaggi, Frutta, Vino, Olio, Latte, Uova, Carni, Miele
€ 9.9
Le Case in Paglia - Libro
Come costruire edifici, uffici, capanne o cottage sostenibili, economici, efficienti e sicuri utilizzando le balle di paglia
Voto medio su 4 recensioni: Buono
€ 18.9
Forni in Terra Cruda - Libro
Manuale pratico illustrato di autocostruzione
€ 12
Fare in casa Vernici Naturali - Libro
Ricette e consigli per proteggere e abbellire il legno senza inquinare
€ 14

Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti (per proporti pubblicità e servizi). Chiudendo questo banner, continuando a consultare questa pagina o continuando a navigare su questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni clicca sulla pagina Informativa sui cookies.Accetto